Giovedì, 14 Marzo 2019 Scritto da
Pubblicato in News dal Forum

CONSULTA REGIONALE SICILIANA DEI GIOVANI, TUTTI I GIOVANI DEVONO ESSERE COINVOLTI

“Abbiamo appreso da comunicati, articoli di giornale e perché contattati direttamente da alcuni protagonisti della vicenda che in questi giorni starebbe per nascere una Consulta regionale siciliana dei giovani che sembra non raccolga il consenso dei dei responsabili di molte consulte locali.

A mezzo stampa, infatti, abbiamo letto lamentele per la totale mancanza di coinvolgimento dei giovani siciliani membri delle Consulte locali nel processo di costituzione, che evidentemente non piace e non convince nelle modalità con le quali sta prendendo vita. Apprendiamo, inoltre, che nemmeno la Regione Sicilia sia stata coinvolta direttamente.” È quanto dichiara la Portavoce del Forum Nazionale dei Giovani. “Da anni il Forum Nazionale dei Giovani si spende per poter facilitare la nascita di piattaforme di partecipazione a livello regionale che permettano ai giovani di prende parte attivamente ai processi decisionali; riteniamo che in questo caso manchino dei passaggi fondamentali per avviare un percorso sano e che abbia un impatto concreto per i giovani della Sicilia. Chiediamo, dunque, al Presidente Musumeci e all’Assessore Grasso - che per ora non sembrano essere intervenuti nel dibattito - di poter avviare, tramite gli organi regionali preposti alle politiche giovanili, delle consultazioni con tutte le realtà regionali e cosicché possano essere garanti del corretto svolgimento dei lavori. Abbiamo già scritto Noi siamo a disposizione per supportate la Regione Sicilia e le Consulte locali al fine di raggiungere al meglio questo importante obiettivo, che rappresenta un risultato per tutti e non solo per alcuni e che, per questo, non può che essere frutto della partecipazione più ampia. Il Consiglio Nazionale dei Giovani, come ribadito in più occasioni dal Sottosegretariato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Politiche Giovanili, On. Spadafora, ha proprio questo compito: quello di coinvolgere sempre di più i nostri giovani nel dibattito politico e nei processi democratici. Come diceva Gaber, libertà è partecipazione. Saremo in Sicilia nelle prossime settimane per dare un contribuito concreto e fattivo, sia alla costruzione di una piattaforma di rappresentanza che nel supportare l’iter in corso riguardo la legge regionale sulle politiche giovanili. Siamo a disposizione della Regione Sicilia e dei giovani siciliani.”