Giovedì, 07 Giugno 2018 Scritto da
Pubblicato in News dal Forum

GOVERNO. PISANI, ABBIAMO CHIESTO INCONTRO A CONTE PER UN TAVOLO DI CONFRONTO PERMANENTE, I GIOVANI VOGLIONO CONTARE DI PIU'

"I giovani vogliono contare di più; abbiamo scritto al Presidente Conte per incontrarlo e chiedere che il governo istituisca un tavolo di lavoro permanente sulle politiche giovanili".

Così Maria Cristina Pisani, portavoce del Forum Nazionale Giovani, la piattaforma istituzionale che rappresenta 4milioni di giovani, apre una lunga intervista apparsa sul Quotidiano Nazionale in cui traccia il percorso di un progetto volto a favorire "una forte presenza dei giovani ai processi decisionali". Il Forum Giovani, attraverso una lettera della Portavoce, ha chiesto oggi stesso un incontro al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Al tavolo porterà, tra le altre cose, la richiesta di attribuire presto la delega alle politiche giovanili e al servizio civile. La portavoce del FNG sottolinea che vuole lavorare su punti presenti nel contratto di governo, particolarmente rilevanti per il Forum come quello dell'ampliamento del diritto allo studio: "in un paese in cui solo il 9% degli studenti beneficia di una borsa di studio, rispetto al 27% della Spagna e al 30% della Germania, la nostra proposta è di destinare maggiori risorse per le borse, gli alloggi e i servizi in favore degli studenti". Pisani spiega, infatti, che uno studente su quattro, pur riconosciuto idoneo per reddito e merito, non riceve supporti finanziari e intervenire su questa situazione rappresenta una chiave per combattere la dispersione scolastica oggi al 15%. Riguardo al tema del mercato del lavoro, Pisani spiega la linea d'azione del Forum articolata su due obiettivi strategici: "da un lato la riforma dei centri per l'impiego da trasformare in agenzie per i giovani in base al modello tedesco in grado di offrire interventi a tutto tondo che possano accompagnare il giovane durante il processo di inserimento lavorativo". Dall'altro l'istituzione di un "fondo rotativo pubblico a garanzia del microcredito per sostenere l'Alta Formazione dopo la laurea", un passaggio cruciale per garantire lo sviluppo di competenze e professionalità in grado di competere nella società della conoscenza. Da poco rientrata da New York, dove ha preso parte ai lavori dello Youth Dialogue delle Nazioni Unite, Pisani ha ribadito che il contributo dei giovani è necessario per elaborare "strategie pluriennali che consentano di affrontare i problemi con una programmazione ragionata e non con interventi mirati a rispondere alla singola emergenza". Una visione che poggia sul risultato del lavoro fatto con il FNG e culminato, lo scorso mese, negli Stati Generali delle Politiche Giovanili, spiega Pisani, "a cui hanno partecipato più di 80 associazioni che aderiscono alla piattaforma; il frutto di quel lavoro e' stato consegnato al presidente Mattarella", sottolinea Pisani.