Venerdì, 14 Aprile 2017 Scritto da
Pubblicato in News dal Forum

LA DICHIARAZIONE DELLA PORTAVOCE MARIA PISANI SUL DIRITTO ALLO STUDIO IN UNGHERIA

Osserviamo con preoccupazione e disappunto quanto sta accadendo in Ungheria in questi giorni, in merito alla legislazione approvata dal Parlamento che pone in pericolo la libertà accademica nel Paese.

Il disegno di legge votato, se non emendato e modificato, limiterebbe il funzionamento delle università straniere e comprometterebbe la libertà di educazione per i giovani ungheresi". Lo dichiara Maria Cristina Pisani, Portavoce del Forum nazionale dei giovani.

"L’Ungheria - continua Pisani - partecipando al Processo di Bologna si è impegnata a rispettare i principi delineati nella Magna Charta Universitatum e la raccomandazione del Consiglio d'Europa sulla responsabilità pubblica e sulla libertà accademica. Pertanto, chiediamo a gran voce che tali principi vengano osservati. Concordando con i timori espressi in Europa dalle organizzazioni Jef e Aegee e dal Forum europeo dei giovani, chiediamo inoltre al Presidente Orban di rivedere la legge e di garantire il rispetto dei valori sui quali si fondano l’Unione Europea e le relazioni europee. Ci auguriamo - conclude la portavoce del Forum - che le istituzioni e i governi europei siano pronti a sostenere i valori sui quali si fonda la nostra Unione, ovvero i diritti umani e le libertà civili, la libertà di parola e la libertà di riunione, lo stato di diritto, come ricordato dal Presidente Tusk in occasione delle celebrazioni dei 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma".