GIOVANI FIM - CISL - Federazione Italiana Metalmeccanici - Confederazione Italiana Sindacati dei Lavoratori

I METALMECCANICI: UNA CATEGORIA PIÙ GIOVANE Ci avevano descritti come una categoria di "ultrasessantenni col fazzoletto rosso al collo" (Lucia Annunziata), ma la nostra esperienza di categoria e di Fim, in particolare, offre un'immagine ben diversa.
La realtà dei metalmeccanici d'oggi.
Secondo gli ultimi dati disponibili (Fonti: Istat 1999 e Inps 1997), la categoria dei metalmeccanici risulta la più giovane nel complesso dell'industria in senso stretto.
I lavoratori metalmeccanici al di sotto dei 35 anni rappresentano il 50,33% (dato Inps fine 1997), vale a dire più della metà degli addetti nel settore metalmeccanico, che come è noto copre un'ampia e variegata gamma di attività (che va dalla siderurgia ai call-center…), mentre nel complesso dell'industria in senso stretto sono il 44,9% (dato Istat gennaio 1999).

Vogliamo affermare ancora una volta l'idea che abbiamo della persona nella sua pienezza, sapendo di essere ancora una volta in controtendenza.
Alle centinaia di migliaia di ragazzi e ragazze di questo paese i media ogni giorno insegnano che è vincente l'Italia del Grande Fratello, dei furbi, dei lestofanti ricchi e dei fortunati dei concorsi a premi di ogni tempo.
E che, allo stesso tempo, fa sentire perdenti e poco furbi i ragazzi che vivono il lavoro per 40 ore alla settimana nelle aziende che producono la ricchezza di questo paese.
Per troppi ragazzi le aziende italiane offrono solo l'opportunità di "spegnere il cervello" e di riaccenderlo a fine giornata. Gli chiediamo invece di puntare su di loro. Noi continueremo a farlo!

Documenti