Fare Verde

Fare Verde onlus è una associazione ambientalista che opera in 15 regioni italiane con circa 70 gruppi e referenti locali. La sede nazionale è a Roma. Fare Verde è nata nel 1986 e dal 2003 è Associazione di Protezione Ambientale riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente.

Fare Verde è impegnata per diffondere l'ecologia della responsabilità, di tutti e di ciascuno ed agisce per "dare voce a chi non vota". Boschi, animali, fiumi, mari, Sud del mondo, generazioni future: non hanno partiti, lobby in Parlamento, televisioni, giornali, banche e sindacati, ma sono fondamentali per la nostra sopravvivenza su questo piccolo pianeta.

In Fare Verde giovani e meno giovani possono praticare il volontariato per sottrarre una parte della propria vita alle logiche del mercato e della competizione esasperata e sperimentare, condividendolo con altri, un impegno disinteressato verso la Natura, per ri-scoprire il valore del dono, della solidarietà e della cooperazione.

Fare Verde organizza a gennaio "il mare d'inverno", una pulizia delle spiagge realizzata quando il mare non serve ai bagnanti, per ricordare che la Natura va protetta a prescindere dagli interessi dell'uomo. Attraverso queste operazioni di pulizia realizzate sule coste di tutta Italia, Fare Verde effettua un monitoraggio delle più diffuse forme di inquinamento. Alla fine degli anni '90 Fare Verde in uno di questi suoi monitoraggi annuali ha rilevato il problema dell'inquinamento causato dai bastoncini cotonati in plastica (noti con il nome commerciale di "cotton fioc") che invadevano le nostre spiagge. Nel 2001 è stata approvata dal Parlamento italiano una legge proposta da Fare Verde che limita la vendita ai soli bastoncini biodegradabili.

D'estate Fare Verde organizza campi di volontariato in Italia e all'estero rivolti principalmente ai giovani. Dal 1990 organizza campi di volontariato Antincendio Boschivo. Dal 2000 organizza in Italia campi per promuovere, attraverso attività didattichesu temi ambientali, la socializzazione tra bambini e giovani kosovari appartenenti alle diverse etnie presenti in Kosovo. Dal 2007 organizza in Kosovo campi estivi di volontariato antincendio e tutela ambientale che coinvolgono giovani appartenenti a diverse etnie.
Dal 2000 Fare Verde organizza nell'ultimo fine settimana di ottobre una manifestazione nazionale per sensibilizzare amministratori locali e cittadini sull'importanza di separare dal resto dei rifiuti, gli scarti alimentari e verdi per facilitarne il recupero come compost da impiegare in agricoltura, giardinaggio e vivaismo.

Le campagne di Fare Verde per il compostaggio hanno portato ad un dialogo tra agricoltori e compostatori per l'eliminazione delle barriere che impedivano l'utilizzo del compost in agricoltura per sostituire in tutto o in parte i fertilizzanti chimici.

Dal 2000 Fare Verde svolge in Kosovo attività di cooperazione finalizzate alla crescita formativa dei giovani, soprattutto in ambito ambientale, e al superamento dei pregiudizi etnici. Nel 2003 è stata costituita la ONG "Fare Verde Kosovo".

Dal 1995 Fare Verde pubblica ininterrottamente il proprio bimestrale "xFare+Verde" senza alcun apporto pubblicitario.

I volontari di Fare Verde sono impegnati in tutta Italia in iniziative locali per la tutela del territorio, la riduzione dei rifiuti e l'uso efficiente dell'energia.

Fare Verde decide ed opera in completa autonomia rispetto a qualsiasi partito politico o centro di potere economico e non accetta sponsorizzazioni per non rischiare di dover pagare contropartite contrarie ai propri principi e per non compromettere la propria esigenza di assoluta libertà e indipendenza. Fare Verde raccoglie fondi solo dai propri iscritti e sostenitori e da Amministrazioni Pubbliche nell'ambito di progetti condivisi che consentano l'attuazione delle linee politiche decise dall'Associazione.

Per informazioni: 393 9050 251 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: http://www.fareverde.it

Documenti