ASI - Associazioni Sportive Sociali Italiane

Associazioni Sportive Sociali Italiane è stato fondato nell'aprile 1994 per iniziativa di un gruppo di dirigenti del Centro Nazionale Sportivo Fiamma. Nel luglio del 1994 è giunto il primo importante riconoscimento: quello di Ente di Promozione Sportiva da parte del CONI. Da quell'anno, l'ASI ha percorso molta strada. Dopo un primo periodo di generale diffusione sul territorio, con la Costituzione di Comitati Regionali e Comitati Provinciali in tutte le regioni e province italiane, sono stati formati anche settori tecnici nelle principali discipline sportive.

Altri importanti riconoscimenti si sono nel frattempo aggiunti: tra questi, quello di Ente Nazionale con Finalità Morali ed Assistenziali e quello di Associazione iscritta all'Albo Nazionale di Promozione Sociale. Nel 2004 è giunto anche il riconoscimento del Ministero dell'Ambiente come associazione di Protezione Ambientale. Nel 2005 l'ASI è stata iscritta all'Albo degli Enti di Servizio Civile Volontario e al "Registro delle associazioni e degli enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni".

L'ASI è stata di recente determinate nella stesura della riforma Pescante, che ha permesso agli Enti di Promozione Sportiva di essere rappresentati all'interno della Giunta Esecutiva del CONI, e il 19 maggio del 2005 il Presidente di Associazioni Sportive Sociali Italiane, Claudio Barbaro è stato eletto con 37 voti favorevoli membro della Giunta Nazionale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI). Oggi l'ASI è presente su tutto il territorio italiano e svolge un'intensa attività nel campo della promozione sportiva. Ogni giorno i Comitati Regionali e Provinciali, affiancati dai vari settori tecnici, continuano a portare avanti lo scopo istituzionale dell'Ente, cioè quello dello sviluppo della pratica sportiva attraverso le numerose società sportive affiliate. L'evoluzione della nostra società, l'impegno verso una sana forma fisica di tutti i cittadini hanno determinato nell'ambito dell'ASI l'ampliamento della propria attività anche nello sport amatoriale.

Nella pratica più prettamente agonistica l'ASI si è anche fatta interprete di una tradizione che per anni ha caratterizzato tutto un ambiente sportivo continuando a favorire l'impegno delle Società Sportive ad essa affiliate.

Documenti